Aglio di Voghiera dop, nuova campagna per promuovere le eccellenze

L’incontro tra produttori e istituzioni alla sede del Consorzio Produttori Aglio di Voghiera


Aglio di Voghiera

Esempio di valorizzazione della qualità di un prodotto tipico del territorio, l’Aglio di Voghiera Dop è il risultato di un  percorso di filiera modello che ogni anno si rinnova lanciando numerose iniziative di promozione e comunicazione. Questo il messaggio lanciato dalla sede del Consorzio Produttori Aglio di Voghiera, al Borgo Le Aie di Gualdo (Fe), che ha riunito intorno alla filiera della produzione tutelata aziende agricole e istituzioni per un’occasione di confronto e di presentazione della nuova campagna di comunicazione, online e non solo.

Il prodotto Dop è coltivato in più di 100 ettari nella Provincia di Ferrara (il Comune di Voghiera e parte dei comuni di Masi Torello, Portomaggiore, Argenta e Ferrara) dove la resa media è di 100 quintali di aglio secco per ettaro.

 

Assessore Caselli: “Importante valorizzare le eccellenze”

“Dop e Igp sono elementi trainanti della nostra agricoltura – ha precisato l’assessore regionale all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Emilia Romagna, Simona Caselli – e al Consorzio va un elogio particolare, è divenuto un simbolo di quanto può essere fatto per valorizzare le eccellenze, il lavoro svolto è stato ottimo ed ha coinvolto tanti aspetti legati alla produzione agricola: agronomia, profili fitosanitari, commercializzazione e comunicazione. La grande intuizione del Consorzio – ha concluso l’assessore regionale Caselli – è stata quella di capire di dover lavorare con serietà e rigore su un prodotto in tutte le parti della filiera”.

“In 20 anni di fiera e in 10 anni di Dop  – ha detto la presidente del Consorzio Produttori Aglio di Voghiera, Neda Barbieri – la filosofia che ha guidato il nostro operato è stata di lavorare senza piangersi addosso. In questi anni è stato fondamentale lavorare insieme ad Università e Istituzioni cittadine per proseguire su questo percorso. Perché l’Aglio di Voghiera Dop è frutto di un’iniziativa degli imprenditori agricoli sostenuti dalle amministrazioni. Quello che vorremmo comunicare oggi all’assessore – ha aggiunto Barbieri – è che l’innovazione è possibile se tutti collaborano e c’è stimolo e passione”.

Il sindaco di Voghiera, Chiara Cavicchi,  ha ricordato come la sinergia tra Comune di Voghiera e Consorzio sia: “Una delle risorse del territorio, un’eccellenza da preservare mentre il presidente della Camera di Commercio Paolo Govoni ha detto che “la traiettoria dello sviluppo si imbocca se i produttori hanno un obiettivo e insieme alle istituzioni danno una prospettiva”.


Pubblica un commento