Affitto di terreno e titoli Pac

Necessaria una clausola contrattuale con n° e valore


Pac

Domanda

Nell’ipotesi di affitto di terreno, il (conseguente) affitto dei titoli Pac deve essere contemplato in un’apposita clausola contrattuale oppure è un naturale effetto dall’affitto del terreno?

Risposta

Il terreno e i titoli sono due beni distinti.

Il terreno è un bene materiale che può essere dato in locazione (affitto).

I titoli sono “diritti all’aiuto” (beni immateriali) che possono essere dati anch’essi in locazione.

I titoli generano annualmente un pagamento se sono “attivati” su un equivalente numero di ettari ammissibili; quindi, annualmente, l’agricoltore deve presentare una domanda di pagamento, entro il 15 maggio, al fine di dimostrare il possesso dei titoli e della relativa superficie ammissibile.

Essendo due beni distinti, la terra e i titoli devono essere entrambi contemplati in un contratto di affitto. Analogamente in un contratto di compravendita.

Un contratto di affitto, che non contempla i titoli, è certamente valido, ma prevede solamente la locazione dei terreni. Affinché ci sia anche la locazione dei titoli, il contratto di affitto deve prevedere l’indicazione del numero identificativo dei titoli e del loro valore.

A tal fine, nei normali contratti di affitto dei terreni, si aggiunge una clausola contrattuale che contempla l’affitto dei titoli con l’indicazione del numero identificativo dei titoli e del loro valore.

 

 


There are 2 comments

  1. Salvatore Colasanto

    Gentili Signori buongiono
    Vivo in Germania e sono possessore in Italia di ca. 3 ettari di campi coltivabili. Il vecchio coltivatore affittuario da 17 anni il quale percepiva anche i cosiddetti aiuti europei [chiamato da loro contributi europei ] mi ha fatto in agosto 2015 la disdetta per iscritto (la quale io ho accettato). Attualmente ho trovato un nuovo affittuario che mi notava che per lui vale la pena solo se non deve comprare i titoli dal vecchio affittuario. La mia domanda: Cosa sono questi “TITOLI?” Hanno a che fare con i contributi europei, oppure qualcos’altro?
    Ringrazio per la risposta
    Distinti saluti

    1. Francesco Mario Agnoli

      Esattamente così. Si tratta, per l’appunto, degli aiuti europei all’agricoltura. Senza ulteriormente approfondire un argomento alquanto complesso con particolari che d’altronde non potrebbero interessare il lettore, che vive in Germania ed evidentemente non esercita attività agricole, ai fini della risposta è sufficiente dire che il lettore può tranquillamente stipulare il nuovo contratto di affitto dal momento che i titoli in questione hanno natura autonoma nel senso che non seguono necessariamente il terreno dal quale hanno, per così dire tratto origine, sicché il precedente affittuario, che dovrebbe esserne l’unico titolare (i titoli sono di spettanza del coltivatore), può liberamente disporne, cedendoli ad altri agricoltori in possesso dei necessari requisiti.

      Francesco Mario Agnoli

Pubblica un commento