Accesso alla Riserva consentito una volta per la stessa superficie

Anche in caso di trasferimento della stessa a qualsiasi titolo tra agricoltori


riserva

Domanda

In merito alla domanda di accesso alla Riserva, un produttore ha 3 ettari di terreno a seminativo e vorrebbe fare accesso alla riserva. Detto produttore non ha p. Iva né tantomeno iscrizione all’Inps, ha un’età maggiore ai 40 anni, i terreni sono ubicati in zona svantaggiata.

Per questo produttore possiamo utilizzare la fattispecie D per l’accesso alla Riserva, visto che per le fattispecie A e B è necessario aprire la p.Iva e l’iscrizione all’Inps come recita la Circolare n. ACIU.2015.275 del 3/6/2015 sulla riserva nazionale?

Laddove non sia possibile, detto produttore se acquista 3 titoli nel 2017, può presentare domanda unica nel 2017 senza p. Iva e iscrizione Inps?

 

Risposta

L’agricoltore può presentare la domanda di accesso alla Riserva nazionale nella fattispecie D, se detiene superfici situate in zone con svantaggi specifici ai sensi della regolamentazione dell’Unione europea sul FEASR.

Ai sensi dell’art. 2, comma 6, del Dm. 20 marzo 2015 n. 1922, l’accesso alla Riserva nazionale è consentito una sola volta per la medesima superficie anche in caso di trasferimento della stessa a qualsiasi titolo tra agricoltori.

Il valore dei titoli assegnati dalla Riserva nazionale su tali superfici è pari al valore medio nazionale nell’anno di assegnazione.

Tuttavia, le risorse finanziarie della Riserva nazionale nel 2016 saranno difficilmente sufficienti per soddisfare la fattispecie D, visto che la fattispecie A ha la priorità.

Visto le difficoltà a ricevere i titoli dalla Riserva nazionale, l’agricoltore può acquistare i titoli e presentare la Domanda Unica nel 2017, senza p. Iva e iscrizione Inps, purché l’importo dei pagamenti diretti sia inferiore a 5.000 € (soglia dell’agricoltore attivo per le zone svantaggiate) oppure rientri nelle deroghe dell’agricoltore attivo.


Pubblica un commento